4 nov · Laura Pederzani · No Comments

Dalla diagnosi al Piano Didattico Personalizzato

Nei casi di DSA, ossia Dislessia, Disortografia, Disgrafia e Discalculia, la scuola è obbligata a stendere un PDP (Piano Didattico Personalizzato).

Tale piano deve essere redatto dal Consiglio di Classe entro il primo trimestre scolastico o comunque entro 3 mesi dalla consegna della diagnosi (legge 170/2010).

Il PDP è un patto di collaborazione tra scuola e famiglia.

Per questo motivo, pur venendo formalmente elaborato dagli insegnanti, esso dovrà essere condiviso con la famiglia dell’alunno. Successivamente dovrà essere firmato dai genitori e, quando opportuno, anche dall’alunno stesso.

Nel PDP dovranno essere esplicitati strumenti compensativi e misure dispensative che si intenderanno utilizzare con quell’alunno specifico in base alle sue esigenze individuali.

Se anche tu, dopo la diagnosi fatta a tuo figlio, non sai come muoverti e ti chiedi quali siano i passi successivi,

scarica gratuitamente il “Modello richiesta PDP” da presentare alla scuola

ed eventualmente fissa un appuntamento presso lo Studio Edupoint per avere maggiori informazioni sui DSA e sui percorsi educativi individualizzati.

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone