Il disegno nella prima infanzia

“Gli scarabocchi sono storie: l’inizio, l’anello di una lunga catena di piccole o grandi storie che hanno bisogno di essere ascoltate”. (Arno Stern)

Perchè il bambino disegna?

-per tendenza naturale a lasciar traccia nell’ambiente in cui vive.
-per rielaborare la realtà degli adulti, per narrare e comunicare qualcosa a qualcuno.

Quando compare lo scarabocchio o il disegno?

  • Attorno ai 16-18 mesi, di solito compaiono i primi scarabocchi spontanei. Il bambino si rende conto che alcuni oggetti, su determinate superfici, lasciano delle tracce e scopre che esiste un rapporto tra i suoi movimenti e i segni che lascia sul foglio.
  • Attorno ai 2 anni lo scarabocchio diventa una forma di gioco. I movimenti diventano sempre più raffinati, i segni prendono vita, viene dato loro un nome e quindi un significato preciso. Il disegno del bambino comincia ad avere una “funzione sociale”.
  • Attorno ai  3 anni il bambino inizia a disegnare con “intenzionalità rappresentativa”; disegna soprattutto persone (in particolare modo teste) e ha la tendenza a chiudere tutte le forme aperte. I disegni sono delle vere e proprie storie, infatti spesso i piccoli mostrano all’adulto la loro opera e la commentano verbalmente arricchendola con molti dettagli.
    Già a questa età c’è una motivazione abbastanza forte che spinge il bambino a scegliere un certo tema e/o soggetto.

Laura