30 mag · Laura Pederzani · No Comments

Consulenza difficoltà d’apprendimento

Il potenziamento degli apprendimenti scolastici passa attraverso una relazione educativa; promuovere gli apprendimenti significa sostenere lo sviluppo di competenze e abilità.

Gli interventi pedagogici, accolgono i bisogni educativi e didattici del bambino e lo aiutano a comprendere il suo stile e i suoi ritmi di apprendimento.

I percorsi individualizzati di potenziamento devono:

  1. cogliere bisogni del bambino
  2. predisporre gli strumenti pedagogici/didattici al suo livello e stile di apprendimento
  3. modificare eventualmente le condizioni ambientali dell’apprendimento.
PRIMO COLLOQUIO CONOSCITIVO ?-25

A chi sono rivolti i percorsi individualizzati di potenziamento?

  • Ai bambini ai cui è stata fatta una diagnosi di DSA (disturbi specifici dell’apprendimento), ossia dislessiadisortografiadisgrafiadiscalculia.
  • Ai bambini che presentano bisogni educativi speciali (BES).
  • Ai bambini e ragazzi che manifestano difficoltà emotive (es. passività, rifiuto o irritabilità…) di fronte ai compiti scolastici.

Gli interventi si svolgono preferibilmente in studio, ma in caso di necessità, anche presso il domicilio del bambino.

PRIMO COLLOQUIO CONOSCITIVO ?-21
Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone