Consulenza pedagogica per famiglie

“Ogni famiglia ha un segreto e il segreto è che non è
come le altre famiglie.”
(A. Bennett)

 

Cosa è la consulenza pedagogica?

Il pedagogista, in quanto esperto dei processi educativi, può aiutare gli adulti ad individuare nuove strategie e strumenti per una efficace pratica educativa.

Al giorno d’oggi, sempre più spesso, di fronte a problematiche educative, ci si rivolge ad internet dimenticandosi però che indicazioni generiche (anche se autorevoli) non sempre vanno bene per la situazione specifica che si sta vivendo. Anzi, di frequente, tutte le informazioni raccolte vanno ad ampliare il ventaglio dei dubbi e preoccupazioni che già affollano la nostra mente.

Il pedagogista non ha la “bacchetta magica” e non può fornire “ricette perfette”, ma cammina al fianco della persona per aiutarla ad elaborare le proprie soluzioni facendo leva sulle risorse personali per intraprendere un percorso di crescita.

 

 

Consulenza pedagogica per famiglie

La consulenza pedagogica per famiglie ha lo scopo di sostenere la funzione educativa dei genitori partendo dal presupposto che solo loro sono “i veri esperti del proprio figlio” oltre che ovviamente i suoi primi educatori.
Attraverso un colloquio e l’ascolto attivo delle incertezze o problematiche della singola famiglia, è possibile avere maggiore consapevolezza della propria situazione specifica ed individuare nuovi stili comunicativi, strategie e strumenti utili per una buona pratica educativa.

A volte può capitare di aver bisogno di un confronto o un parere professionale rispetto a:
– tematiche legate all’educazione dei figli (dalla nascita all’adolescenza)
– difficoltà di tipo educativo-relazionale interne alla famiglia
– proprio ruolo educativo
Tradizionalmente le figure professionali con cui i genitori si interfacciano, ovviamente per motivi diversi, per “far star meglio il bambino” sono il medico e l’insegnante. Perchè non valutare anche la possibilità di rivolgersi ad un pedagogista per affrontare alcune difficoltà educative e contribuire al benessere del proprio figlio ?

CASI CONCRETI

  • difficoltà a gestire la quotidianità dei bambini (sonno, alimentazione, compiti, regole, capricci, conflitti…)
  • pareri circa le fasi di sviluppo e tappe dell’autonomia (ciuccio, pannolino…)
  • difficoltà emotive o di socializzazione del bambino
  • rifiuto del bambino per persone o situazioni particolari
  • cambiamenti familiari (nascita fratellino/sorellina, separazioni, malattie…)
  • cambiamenti scolastici
  • difficoltà ad andare a scuola o all’asilo
  • disaccordo tra i genitori sulle modalitàeducative

Come avviene?

Manda un messaggio (anche WhatsApp) o una mail con la richiesta di fissare un appuntamento.

Ti verranno proposte delle date per un colloquio conoscitivo in presenza (o on-line) e ti verrà inviato preventivo.

Ci incontriamo e mi racconti la situazione ‘problematica’ per cui mi hai contattato o i tuoi dubbi sulla fase che stai vivendo. Ti chiederò informazioni sul tuo bambino, sulla storia della tua famiglia e, se lo ritieni utile, ricostruiamo insieme anche la tua storia personale. Il mio lavoro sarà quello di cogliere segnali/tracce/dissonanze attraverso un’analisi dettagliata della tematica che tu mi illustrerai.

Identifichiamo insieme uno o più aspetti specifici su cui riflettere e lavorare.

Valutiamo congiuntamente delle possibili strategie educative che tengano conto della tua situazione specifica, del contesto famigliare e dell’età di tuo figlio.

Fissiamo dei nuovi incontri a cadenze specifiche per verificare l’efficacia delle azioni che tu metterai in atto e procedere così nel tuo percorso di crescita.

 

I colloqui successivi al primo conoscitivo, sono da definire.

La consulenza pedagogica non è un’ attività psicologica o sanitaria e non ha finalità diagnostiche o terapeutiche.

 

INIZIATIVE / EVENTI ORGANIZZATI PER FAMIGLIE
  • serate formative per genitori
  • incontri tematici per genitori
  • formazione genitori presso scuole
  • collaborazioni con portali web e giornali