Il gioco simbolico
“Il  gioco rappresenta un importante strumento cognitivo dove, egualmente, vengono avanzate 
ipotesi, simulati scenari, scartate soluzioni inadatte; e dove, soprattutto, vengono messe in campo visioni del mondo alternative, pervase da logiche diverse.”

ALBERTO OLIVERIO

Ai bambini in età pre-scolare, piace far finta di essere qualcun altro e dare vita agli oggetti che si trovano attorno. Il gioco simbolico, anche detto “gioco del far finta”, permette ai bambini da dare significato al mondo che li circonda integrando scene di vita reale con elementi fantastici.

Perché è importante incoraggiare il gioco simbolico?

  • Per stimolare la creatività e l’immaginazione
    Iniziare un gioco di ruolo richiede al bambino di mettere in campo tutta la sua immaginazione, di creare un setting in cui sentirsi libero di esprimere se stesso e di trasportarsi in un mondo magico in cui far prendere vita agli oggetti che gli stanno attorno.
  • Per favorire lo sviluppo sociale ed emotivo
    Giocando i bambini imparano a stabilire con gli altri un primo contatto empatico, ma anche a prendere confidenza con le proprie emozioni. In alcuni casi i bambini scelgono di giocare soli, in altri chiedono all’adulto o ad altri bambini di partecipare al gioco e per condividere con loro le differenti situazioni sociali che vanno a ricreare.
  • Per sviluppare la comunicazione e il linguaggio
    Osservare un bambino mentre gioca, ci aiuta a riflettere sul potere del linguaggio e sulle parole che noi usiamo nei vari contesti di vita quotidiana. I bambini immagazzinano tutto e per questo è opportuno predisporre materiali per diversi scenari di gioco e incoraggiarli ad usare vocaboli adeguati alle diverse situazioni. Es: al supermercato, dal dottore…
  • Per promuovere il pensiero critico e le abilità di problem solving
    È il bambino che decide quale attività intraprendere, come sviluppare il suo gioco, chi far partecipare, quali regole seguire, quali oggetti utilizzare e cosa fare quando qualcosa non funziona come previsto. Tutto ciò richiede un’attenta pianificazione a livello cognitivo e un notevole sforzo mentale!
  • Per supportare lo sviluppo motorio
    Correre, saltare, arrampicarsi… fra finta di essere pirati o fatine richiede sempre molta energia e voglia di muoversi. Ma non solo, anche indossare degli abiti o degli accessori per calarsi meglio nei personaggi richiede al bambino di mettere in gioco la sua motricità fine per aprire cerniere, bottoni e allacciature.

Laura Pederzani
(pedagogista)

Alcuni consigli:*

* www.laurapederzani.com partecipa al programma affiliati di Amazon